News

dal 19 maggio 2020

Nuovi orari d’apertura

Milano

Galleria Milano

RIAPERTURA 19 MAGGIO


Era il 10 marzo quando, in fretta e furia, abbiamo deciso di chiudere la galleria a causa dell’emergenza Covid-19.

Di lì a poco ci sarebbe stato il lockdown e tutto quello che sappiamo. Sono stati comunque mesi intensi, in cui abbiamo continuato a lavorare da casa e abbiamo lanciato, in partnership con Maria Chiara Salvanelli Press Office & Communication, il nuovo progetto autoprogettazione, che sta avendo ottimi riscontri, creando una relazione davvero corale tra curatori, artisti coinvolti e pubblico a casa.

Ora siamo pronti a riaprire, in via sperimentale, martedì 19 maggio. La Galleria sarà aperta mezza giornata da martedì a sabato, dalle 10.00 alle 13.30, nel rispetto delle normative vigenti. Vista la situazione straordinaria, consigliamo di fissare un appuntamento prima scrivendoci a info@galleriamilano.com o telefonando al numero +39 0229000352

Vi aspettiamo e ricordate: #laculturanonsiferma, mai, nonostante tutto.

FROM MAY 19, 2020

New opening hours

Milano

Galleria Milano

REOPENING ON MAY 19TH


It was March 10th when, in a hurry, we decided to close the Gallery due to the Covid-19 emergency. Soon there would be the lockdown, and all we know, first in Milan, in Italy, and then all over the world.

However, these were intense months in which we continued to work from home and we launched, in partnership with Maria Chiara Salvanelli Press Office & Communication, the new project autoprogettazione, which is having excellent results, creating a truly choral relationship between curators, artists involved and audience at home.

We are now ready to experimentally reopen on Tuesday 19 May. The Gallery will be open half day from Tuesday to Saturday, from 10.00 to 13.30, in compliance with current regulations. Due to the extraordinary situation, we recommend asking an appointment before writing to info@galleriamilano.com or by calling +39 0229000352

We are waiting for you and remember: #culturedoesntstop, never, despite everything.

fino al 3 aprile 2020

Emergenza COVID-19

Milano

Galleria Milano

EMERGENZA COVID-19


In ottemperanza all’Art. 1 del dpcm dell’8 marzo, la Galleria Milano sarà chiusa al pubblico fino a venerdì 3 aprile.

Siamo dunque costretti a rimandare a data da destinarsi l’inaugurazione della mostra di ENZO MARI “Falce e martello”.

Forniremo nuovi aggiornamenti sulle nostre attività appena possibile.

Grazie per l’attenzione.
State a casa e riguardatevi per il bene vostro e della collettività!

Galleria Milano

dal 30 ottobre 2019

Nuovi orari d’apertura

Milano

Galleria Milano

La Galleria Milano cambia orario


La Galleria Milano cambia orario d’apertura:

come sempre da martedì a sabato, alla mattina dalle ore 10,00 alle 13,30 e al pomeriggio dalle 15,00 alle 19,00

27 giugno 2019

Presentazione del catalogo:
Gianni Gangai | Tempo assai

Milano

Galleria Milano

GIANNI GANGAI | TEMPO ASSAI
Presentazione del catalogo


Presentazione del catalogo della mostra a cura di Giorgio Zanchetti

La Galleria Milano è lieta di invitarvi giovedì 27 giugno alle ore 18.30 alla presentazione del catalogo Gianni Gangai. Tempo assai, edito da Tip.Le.Co. e dalla Galleria Milano.

Interverranno, in conversazione con l’artista, Giorgio Zanchetti, Nicola Pellegrini e Gerardo De Pasquale.

Gianni Gangai (Milano, 1957) ha avviato negli anni Ottanta una ricerca d’ispirazione concettuale che si rivolge a diversi media: oggetti e materiali di recupero, fotografia, disegno, scrittura, video, installazioni e azioni performative. Nel corso degli anni ha esposto in mostre personali en collettive. Progetta e realizza spazi scenici per spettacoli teatrali e festival musicali. Il suo lavoro è presente in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero. Autore indipendente, vive e lavora a Milano.

La Galleria Milano, nel dicembre 2018, gli ha dedicato la mostra Gianni Gangai. Tempo assai, a cura di Giorgio Zanchetti. Il catalogo che verrà presentato è frutto di questa mostra.

25 giugno 2019

Talk con l’artista:
Pierluigi Fresia

Milano

Galleria Milano

Talk con l’artista | Pierluigi Fresia


La Galleria Milano, in occasione della mostra Pierluigi Fresia – Out of Place, è lieta di invitarvi martedì 25 giugno alle ore 18.30 a una conversazione tra l’artista, Michela Moro e Francesco Tedeschi.

Pierluigi Fresia (1962) vive e lavora nel Torinese. Sempre riconducile al concettuale, la sua ricerca ha impiegato diversi media: la pittura, e successivamente il video e la fotografia (talvolta in chiave multimediale), includendo spesso l’uso della parola. Ha avuto numerose mostre personali, tra le altre a Torino alla Galleria Martano, a Genova alla Vision QuesT 4rosso, a Bologna alla Galleria Studio G7.

20 marzo 2019

Concerto, performance:
mercoledì 20 marzo 2019 ore 22.00

Milano

Secret location nel centro di Milano

Having Never Written a Note for Percussion

Secret concert di Elio Marchesini


Il musicista sperimentale Elio Marchesini eseguirà il brano Having Never Written a Note for Percussion (1971) del compositore americano James Tenney, utilizzando un gong prezioso e rarissimo, in grado di produrre un suono estremamente grave (98 hz).

La performance, di circa mezz’ora, sarà un cosiddetto “bagno di gong”, ovvero un viaggio sonoro meditativo guidato da vibrazioni profonde e continue.

Having Never Written a Note for Percussion fa parte della serie Postal Pieces, scritta da Tenney tra il 1965 e il 1971. Si tratta di dieci brevi composizioni stampate su cartoline, molte delle quali scritte per amici di CalArts e a loro indirizzate e spedite. Having Never Written a Note for Percussion, la decima in ordine di composizione, è la più nota. Scritta per John Bergamo, l’insegnante di percussioni a CalArts, è stata concepita come un rullo continuo su un tam-tam. Il risultato è un ronzio continuo in crescendo che entra in risonanza non solo con l’ambiente circostante, ma anche con la psiche dell’ascoltatore.

Elio Marchesini, musicista eclettico e sperimentale, vincitore di concorsi nazionali ed internazionali, ha all’attivo collaborazioni con le più importanti istituzioni musicali italiane come il Teatro della Scala, l’Orchestra Sinfonica della RAI, laVerdi. È inoltre in formazioni cameristiche come I Percussionisti della Scala, il gruppo di percussioni Naqquara, ed è percussionista del Divertimento Ensemble. Nella musica leggera ha lavorato con Lucio Dalla, Roberto Vecchioni, i JetLag, Gennaro Cosmo Parlato, inoltre è ormai consolidato il progetto Vibe Landscape, con il chitarrista dei BluVertigo Livio Magnini. E’ curatore delle opere del compositore milanese Davide Mosconi.

18 dicembre 2018

Presentazione del libro:
martedì 18 dicembre 2018 ore 18.30

Milano

Galleria Milano

IO SONO CARLA PELLEGRINI
Storia della Galleria Milano e di tutto quello che mi è piaciuto fare


presentazione del libro Io sono Carla Pellegrini. Storia della Galleria Milano e di tutto quello che mi è piaciuto fare
a cura di Elio Grazioli
edito da a+mbookstore di Milano

Carla Pellegrini (1931), titolare dal 1965 della storica Galleria Milano, che dirige tutt’oggi, in questo ricco memoir racconta la sua vita a Elio Grazioli. Una vita intensa, che si intreccia ben presto con l’arte, percorsa da incontri straordinari, da viaggi avventurosi e dalla volontà di stare nel presente e nella storia.

La storia di Carla ad un certo punto coincide con quella della sua Galleria Milano, che negli anni ha esposto, in anticipo sui tempi e con lungimiranza, i lavori di tanti degli artisti più importanti della nostra contemporaneità: dagli esponenti della Pop inglese nel 1966 alla Body Art più radicale in una mostra curata da una giovane Lea Vergine nel 1969, anno in cui presenta anche una personale di Allen Jones. E poi una programmazione che, fino ad oggi, ha spaziato in ogni direzione, dalla fotografia d’avanguardia al design, dalla cultura popolare alle ricerche antropologiche, dalla tanto amata arte tedesca al cinema sperimentale fino a mostre dettate da un chiaro impegno politico.

A legare ambiti così diversi è il gusto infallibile di Carla, e ancor più la sua persona, perché in fondo “la questione è quello che lei è, che continua ad essere ancora oggi”. Ciò che la rende infatti unica è la sua umana curiosità verso gli altri; la motivazione delle sue scelte, in fondo, è quella di “conoscere persone particolari”, e di questi incontri farne tesoro. Se l’intervista in questo volume procede seguendo, quando inizia l’attività della galleria, la cronologia delle mostre, è perché Carla, con la sua capacità di inglobare in sé ciò che c’è di curioso nel mondo e nell’arte, “è l’elenco di tali persone”, restituendoci un racconto che, attraverso la lente del vissuto personale, narra di un momento indimenticabile della nostra storia dell’arte.

Il libro, nato da una lunga conversazione di Elio Grazioli con Carla Pellegrini, comprende un vasto apparato di fotografie che ritraggono Carla e tante persone – artisti, curatori, critici, amici e famigliari – incontrate nel corso della sua lunga vita e carriera.

Alla presentazione interverranno Carla Pellegrini, il curatore del volume Elio Grazioli, Marco Meneguzzo e Francesco Tedeschi.

Nell’immagine: Carla Pellegrini in California, anni Cinquanta

13 settembre 2018

Presentazione del volume:
giovedì 13 settembre 2018 ore 18.30

Milano

Galleria Milano

Davi Kopenawa e Bruce Albert
La caduta del cielo. Parole di uno sciamano yanomami


In occasione del finissage della mostra Le Americhe di Pit Piccinelli. Una contagiosa empatia, si terrà alla Galleria Milano la presentazione del libro di Davi Kopenawa Yanomami e Bruce Albert La caduta del cielo (edizioni Nottetempo, 2018).
Si tratta del primo libro mai scritto da uno Yanomami, popolazione amazzonica con cui Pit Piccinelli ha vissuto nei suoi viaggi di ricerca e alla quale ha dedicato numerosi dipinti e disegni. L’antropologo francese Bruce Albert, che nel corso di decenni ha registrato ore e ore di conversazione con Kopenawa, ha dato forma al libro organizzando e trascrivendo i racconti orali con la sua costante collaborazione.
Kopenawa (Toototobi, 1959) è uno sciamano, portavoce dell’Amazzonia brasiliana, rappresentante di un popolo la cui esistenza è a rischio di estinzione, costantemente minacciata dalla geopolitica globale e i suoi interessi mercantili. Lo sciamano mette in guardia i “Bianchi” dalla loro fame consumistica: stanno distruggendo il mondo e spera, anche attraverso la lettura di questo libro, che possano cambiare prospettiva.

La caduta del cielo ha trovato moltissimo consenso.
Claude Lévi-Strauss, in una lettera a Bruce Albert del 2006, ha così dichiarato: “Sono enormemente impressionato da quest’opera di potente interesse metodologico e prodigiosa ricchezza documentaria. Un’opera che, pur essendo complessa, cattura completamente il lettore, sollevando molte questioni”.
Durante la presentazione interverranno l’editore Andrea Gessner, l’antropologo Antonio Marazzi e la direttrice della sede italiana di Survival International, il movimento mondiale per i popoli indigeni Francesca Casella.

Ufficio stampa: Cristina Pariset
cristina.pariset@libero.it
M 348-5109589
T 02-4812584

25 giugno 2018

Periodo Espositivo:
25 giugno 2018 – 14 settembre 2018

Milano

Università Bocconi

VINCENZO FERRARI alla Bocconi


Opere esposte: Galleria Milano
Testi: Elena Pontiggia
Organizzato da: ISU Bocconi
ingresso libero

1 ottobre 2016

Periodo Espositivo:
2 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017

Brescia

Museo di Santa Giulia

DADA 1916. La nascita dell’antiarte


Sito della mostra: http://dada1916.bresciamusei.com/

invito-anteprima-mostra

1 ottobre 2016

Periodo Espositivo:
1 ottobre 2016 – 22 gennaio 2017

Brescia

Museo di Santa Giulia

Antonio Calderara – “Una luce senza ombre”


Sito della mostra: www.masilugano.ch/it/537/antonio-calderara

calderara-nudo

24 settembre 2016

Periodo Espositivo:
24 settembre – 27 novembre 2016

Lissone (MB)

Museo d’Arte Contemporanea di Lissone

“La parola agli artisti” – Arte e impegno a Milano negli anni ’70


Sito della mostra: http://www.comune.lissone.mb.it/

Facebook: https://www.facebook.com/laparolaagliartisti

la-parola-agli-artisti-arte-e-impegno-a-milano-negli-anni-se_03

16 settembre 2016

Periodo Espositivo:
16 settembre 2016 – 8 gennaio 2017

Modena

Galleria civica di Modena, Palazzo Santa Margherita

“Versus” – La sfida dell’artista al suo modello in un secolo di fotografia e disegno


Sito della mostra: http://www.magnanirocca.it/italia-pop/

rev1623471-ori

10 settembre 2016

Periodo Espositivo:
10 settembre – 11 dicembre 2016

Mamiano di Traversetolo, Parma

Fondazione Magnani Rocca
Mamiano di Traversetolo, Parma

Italia Pop – L’arte nell’Italia del boom


Sito della mostra: http://www.magnanirocca.it/italia-pop/

baruchello4

1 Luglio 2016

Periodo Espositivo:
Luglio-Ottobre 2016

Massa Lubrense – Napoli

Art Hotel Villa Fiorella
Via V. Maggio, 5 Massa Lubrense – Napoli

Alik Cavaliere all’Art Hotel Villa Fiorella


L’Art Hotel Villa Fiorella inaugura la sua prima stagione turistica e artistica con un’esposizione di sculture e disegni dell’artista Alik Cavaliere, installate prevalentemente in giardino, un angolo di pace e di bellezza affacciato su Capri e sul mare.
“La prima di una nuova ed emozionante esperienza d’arte a Massa Lubrense” – commenta Mario Colonna, già patron dell’Art Hotel Gran Paradiso di Sorrento, grande appassionato d’arte e punto di riferimento in Penisola Sorrentina per chi fa del bello una ricerca costante. Colonna, insieme al figlio Alberto, ha inaugurato da poco l’Art Hotel Villa Fiorella che si contraddistingue per essere un contenitore di eccellenza e di arte.

L’esposizione del lavoro di Alik Cavaliere, che sarà visitabile da luglio fino ad ottobre, è un omaggio all’Artista che ha sempre “invitato lo spettatore a percorrere il suo spazio privato, a farlo diventare un confronto, una discussione, uno scontro e trasformarlo da eventuale possibile vaniloquio in una esperienza a più voci, pubblica…” (A. Cavaliere, Lo studio, Edizioni Puntolinea, Milano 1990). Resa possibile grazie al Centro Artistico Alik Cavaliere e alla Galleria Milano, questa mostra è l’occasione per far conoscere agli ospiti e ai tanti appassionati d’arte che visitano la Penisola il lavoro dello scultore, in pieno accordo con il suo desiderio di coralità e partecipazione.

Le sculture – realizzate tra gli anni ’60, ‘70 e ‘80 – tra cui alcune monumentali e notissime (Lo specchio dal Pigmalione 1987, Cespuglio Grande 1965, Acqua 1 1969 etc.) si armonizzano totalmente con il giardino di Villa Fiorella pensato già in fase di progettazione come palcoscenico ideale di interventi ed esposizioni site specific. Le sculture più piccole e cinque disegni della serie L’Orlando Furioso saranno invece ospitati negli spazi interni dell’hotel.

Un ringraziamento speciale alla signora Adriana Cavaliere, alla professoressa Fania Cavaliere e a Carla Pellegrini, titolare della Galleria Milano: senza il loro prezioso contributo questa esposizione non sarebbe stata possibile.

Per maggiori informazioni
info@arthotelvillafiorella.com
Ufficio Stampa
Elettra Boccia
info@qadisha.it
+39 081 0116900