Baruchello

Anni Sessanta. Opere di collezione

Inaugurazione:
mercoledì 13 maggio 2015, ore 18,30

Periodo espositivo:
fino a sabato 5 settembre 2015 (agosto escluso)

Orari della Galleria:
da martedì a sabato dalle ore 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00


La Galleria Milano presenta una mostra personale di Gianfranco Baruchello (Livorno, 1924), incentrata sui lavori degli anni Sessanta.

Nel 1959 Baruchello, a trentacinque anni, decide di abbandonare la direzione della sua azienda farmaceutica, per dedicarsi all’arte. Ai primi esperimenti d’ispirazione informale, come i grovigli filamentosi di Altre tracce, affianca una ricerca che coinvolge objets trouvés, anche su suggestione di Marcel Duchamp, il suo primo maestro, conosciuto nel 1961. Elementi come libri, porte, teleruttori smontati, interruttori, parti di turbine e componenti industriali vengono ri-usati per creare assemblages inattesi. Anche la scelta dei materiali guarda al mondo della fabbrica, dall’alluminio alle lastre di plexiglass. Allo stesso modo usa colori come il “bianco alla caseina”, smalti sintetici e il rosso minio, «il colore dei cantieri ormai giunti al termine» (Alain Jouffroy).

Dal 1964 cominciano a comparire nelle sue tele le immagini miniaturizzate, i minima visibilia (Tommaso Trini), ora più conosciute dal grande pubblico. Non solo immagini, ma anche parole, spesso scomposte, fino a restare singoli fonemi. Tutto ciò ricrea il circuito nervoso, il meccanismo mentale dell’artista, il sogno, e insieme, della società: lo spettatore è coinvolto non solo nella decifrazione di questi simboli, ma nello stesso percorso da loro tracciato.
La ricerca di Baruchello, insaziabile e sempre rinnovatasi, evoca mondi dove interagiscono biologia e arte, musica e letteratura, agricoltura e vita.

Ufficio stampa: Cristina Pariset
Mail: cristina.pariset@libero.it
Cell.: +39 348 5109589
Tel.: +39 02 4812584
Fax: +39 02 4812486

Monumento ai non eroi, 1962
Tecnica mista su legno
295 x 50 x 20 cm

Esposizioni

1966 “50 anni a DADA. DADA in Italia 1915-1966”, PAC, Milano, ripr. in cat.,  n° 165
1972 “Milano 70 / 70 un secolo d’arte: dal 1946 al 1970”, Museo Poldi Pezzoli, Milano, ripr. in cat., n° 728, pag. 221

Bibliografia 

Maurizio Bonicatti, “Gianfranco Baruchello”, in “Metro”, n° 8, 1963, ripr. ill. n° 2   b/n
2011 C. Subrizi, A. Bonito Oliva, “Baruchello. Certe Idee”, GNAM, Roma (ed. Electa), ripr. in cat., pag. 133
AAVV., “Arte Milano”, maggio–ottobre 2015, ripr.

Grande Truncops giallo, 1960/1961
tecnica mista su legno in teca di plexiglas
120 x 100 x 3,5 cm.

Grande Truncops giallo, 1960/1961
tecnica mista su legno in teca di plexiglas
120 x 100 x 3,5 cm.

Neogenesis Justitiae Originalis I (part.), 1963
tecnica mista su tela
200 x 200 cm.

Lo spaventamarchiori, 1960/1961
tecnica mista su legno
111 x 41,50 cm.